Genny è una carrozzina, diversa da tutte le altre. Avete presente le "bighe elettriche" (Segway) che andavano tanto di moda qualche anno fa per le visite turistiche organizzate nelle grandi città? Con lo spostamento del peso in avanti e indietro, a destra e sinistra, si gasa, si frena e si curva. Come ci spiega il suo ideatore, l'imprenditore Paolo Badano, Genny funziona con lo stesso principio. I suoi piu grande vantaggi rispetto a una carrozzina manuale? Si evita il sovraccarico delle articolazioni di spalle, gomiti e polsi e permette di avere le mani libere.

Paolo Badano, lui stesso paraplegico da circa 26 anni, ha iniziato a soffrire di problemi alle spalle. Ed è così che è iniziata la sua ricerca per una soluzione alternativa alla carrozzina manuale, ma anche alle spesso poco agili carrozzine elettriche. La prima Genny è molto rudimentale, una Segway adattata con un seggiolino. Ne è passata di acqua sotto i ponti da allora. Le Genny prodotte a Sant'Antonino (Ticino) abbinano ormai alla funzionalità anche il design, ma il principio resta immutato.

Nel documentario intotilato "Unicum" (RSI Falò data 10.6.2021, circa dal minuto 49 al minuto 60) vengono presentate quattro aziende con sede in Ticino o nel Nord Italia e i loro prodotti, che sono appunto degli unicum.

Se siete curiosi di saperne di più su Genny, sulle sue caratteristiche tecniche e di conoscere oltre alla versione "da strada" anche la sua versione "fuoristrada", visitate il sito dell'azienda Genny Factory SA.

 genny und segway

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.
Sii il primo a commentare!

Valuta questo post