OT FOXX è la prima carrozzina da corsa interamente creata in Svizzera. Orthotec (una filiale della Fondazione svizzera per paraplegici), il gruppo Sauber e altri partner svizzeri come il Politecnico Federale di Zurigo, lo sviluppatore e produttore di ruote Swiss Side e la Ricerca svizzera per paraplegici hanno contribuito con le loro conoscenze e tecnologie all'avanguardia. Per gli sviluppatori, è stata anche fondamentale la collaborazione con gli atleti Marcel Hug e Patricia Eachus, che hanno testato le carrozzine in fase di sviluppo e aiutato ingegneri e tecnici a capire le esigenze degli atleti in carrozzina. E sarà proprio Marcel Hug che gareggerà per la prima volta con questo innovativo modello svizzero ai Giochi Paralimpici di Tokyo.

Ma non saranno solo gli atleti a beneficiare delle innovazioni sviluppate nell'ambito di questo progetto. Alcune di queste saranno infatti applicate anche per migliorare la vita quotidiana di coloro che si spostano in carrozzina. Infatti, tra le conoscenze più importanti acquisite nell'ambito di questo progetto e applicabili anche al di fuori dello sport agonistico, ci sono quelle riguardo a come ottimizzare la seduta in carrozzina e diminuire così l'usura delle articolazioni della spalla. In collaborazione con il Politecnico Federale di Zurigo e la Fondazione svizzera per paraplegici, è stato sviluppato uno strumento, chiamato ergometro, che determina la posizione seduta ottimale.

marcel hug mit dem ot foxx im windkanal

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.
Sii il primo a commentare!

Valuta questo post