Corpo e complicazioni

Nelle persone con una lesione midollare, la paralisi compromette anche il funzionamento del sistema nervoso vegetativo, in special modo nei casi di paralisi alta possono manifestarsi episodi di disregolazione ortostatica1.

Nelle persone sane la pressione sanguigna si regola da sola. Nelle persone con una lesione midollare questa regolazione, che è comandata dal sistema nervoso vegetativo, è...

Cos’è l’osteoporosi?

L’osteoporosi è una malattia dello scheletro caratterizzata da una riduzione della densità minerale ossea e da un’alterazione della microarchitettura del tessuto osseo. L’osso colpito da osteoporosi presenta una massa ossea notevolmente ridotta, in ragione della quale già minime azioni di forza durante normali atti della vita quotidiana possono dare luogo a una frattura...

La spasticità (o ipertono) si sviluppa a causa di un danno a carico del midollo spinale o del cervello. La parola «spasticità» deriva dal greco «spasmos», che significa crampo muscolare. Nella vita delle persone con lesione midollare e delle persone che le assistono, la spasticità e gli spasmi costituiscono spesso un fattore importante.

Perché una lesione del midollo spinale provoca...

Che cos’è la siringomielia?

La siringomielia è un processo a lenta progressione, in cui la sostanza grigia del midollo spinale si dissolve, soprattutto a livello del midollo cervicale e toracico, dove si viene a creare una cavità ripiena di liquido (detta «siringa»). Questa patologia ha una prevalenza stimata di 1 – 2 casi ogni milione di persone, subentra in modo spontaneo o mesi e anni dopo...

Che cosa sono le trombosi e perché insorgono?

Con trombosi venosa si intende la formazione di un trombo1 (A) in una vena, con conseguente restringimento o ostruzione del vaso stesso (B).

Le trombosi venose sono pericolose perché il trombo (coagulo) stesso può staccarsi ed essere trasportato nei polmoni, provocando un’embolia polmonare (C).

Quando sussiste un rischio elevato di...

Respirare ci sembra la cosa più naturale al mondo. Non ci facciamo quasi caso, per quanto inspiriamo ed espiriamo circa 20 000 volte al giorno. Si respira più frequentemente quando si è attivi e sotto sforzo, meno intensamente a riposo.

Durante l’inspirazione si inala ossigeno che viene poi distribuito a tutte le cellule del corpo, anche quelle più piccole, all’interno delle quali avviene una...

L’inalazione è una terapia standard indicata per il trattamento di patologie respiratorie acute o croniche. La terapia inalatoria consiste nell’inspirazione terapeutica di medicinali oppure l’inumidimento a fini terapeutici della mucosa respiratoria. Quest’ultima è volta a favorire il meccanismo di autodepurazione dei polmoni. In questo modo la secrezione viscosa può essere diluita e rimossa...

Espettorare le secrezioni è fondamentale al fine di respirare liberamente. La tosse costituisce un riflesso difensivo volto a ripulire le vie aeree, sicché il muco possa essere rimosso ed espulso dal tratto respiratorio.

Per tossire è necessaria la muscolatura addominale e toracica. Nelle persone con lesione midollare questi muscoli possono essere soggetti a limitazioni che dipendono dalla...

Ventilazione invasiva

Che cosa si intente per ventilazione invasiva?

Nelle persone tetraplegiche che hanno subito una lesione all’altezza della vertebra C4 o superiore le capacità respiratorie risultano insufficienti o mancano completamente. In questi casi è pertanto necessario ricorrere a una ventilazione invasiva, chiamata così perché la ventilazione avviene tramite una cannula, che viene...

La trachea è la parte dell’apparato respiratorio costituita da una serie di anelli di cartilagine che formano un tubo stabile e solido, attraverso il quale l’aria raggiunge i polmoni. La trachea collega la laringe e il torace, dove si divide nei due bronchi principali dei polmoni. Con la tracheotomia (intubazione) viene creato un accesso diretto alla trachea, aprendo una via respiratoria...