La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici
annullare

Misure farmacologiche per svuotare l’intestino

Per regolare la defecazione nei pazienti con lesione midollare spesso è necessaria una stimolazione farmacologica unita a una regolazione della consistenza delle feci. Anche se spesso derivano da sostanze vegetali, i lassativi non sono privi di rischi, per cui vale sempre la regola: il meno possibile – quanto necessario.
L'assunzione di lassativi può provocare assuefazione, per cui non tutti sono indicati per l'uso prolungato. La scelta del preparato si basa sul meccanismo d'azione.

Per l'evacuazione è importante ottenere una consistenza normale delle feci (feci ben formate). Un'alimentazione equilibrata comprendente fibre alimentari e un adeguato apporto di liquidi aiutano a regolare la consistenza delle feci; fare molto movimento inoltre favorisce l'attività intestinale.

Rimedi casalinghi: sono utili?

In caso di stitichezza spesso si fa ricorso a principi attivi naturali. Tuttavia solitamente non sono utili nel lungo termine, oppure sono inadatti ai pazienti con lesione midollare.

Frutti di senna

Molti tè lassativi contengono bucce di frutti di senna, talvolta mescolati con sciroppo di fichi. Attenzione: i frutti di senna possono ridurre l'attività dell'intestino crasso, influire negativamente sull'assorbimento dei liquidi nell'intestino e tendono a indurre dipendenza.

Crusca di frumento, semi di lino, semi di psillio

Queste fibre alimentari naturali sono innocue se assunte con la normale alimentazione, ma come prodotti spesso sono inadatte alla regolazione intestinale delle persone con lesione midollare. Possono depositarsi nelle pieghe della mucosa intestinale o in diverticoli e provocare infezioni.

Rimedi evacuativi

Gli evacuativi, così come i lassativi orali (vedi sotto), sono medicamenti, quindi si invita prima dell'uso a leggere il foglietto illustrativo e a chiedere al medico di famiglia in caso di domande o incertezze.

Prodotto

Informazioni

Lecicarbon
  • principio attivo: supposta evacuante a base di CO2
  • attiva la peristalsi liberando bolle di gas
  • posologia: 1-2 supp.
  • durata d'azione: 15-30 minuti
  • importante: inumidire con acqua le supposte
  • adatto all'uso prolungato
Prontolax, Dulcolax
  • principio attivo: bisacodile
  • inibisce l'assorbimento dell'acqua nell'intestino, stimolando la peristalsi
  • posologia: 1-2 supp.
  • durata d'azione: 20-60 minuti
  • secondo gli studi, adatto all'uso prolungato
Bulboid
  • principio attivo: glicerina
  • sottrae liquido dall'ambiente, agisce solo nel retto
  • posologia: 1 supp.
  • durata d'azione: 30 minuti
  • inadatto in caso di lesione completa del midollo spinale, poiché agisce solo nel retto
Freka-Clyss, clistere Clyssie
  • principio attivo: sali

Microklist
  • principio attivo: zucchero, sorbitolo
  • sottraggono liquidi al corpo aumentando il volume delle feci nell'intestino crasso, con l'effetto di stimolare la motilità intestinale
  • posologia: 1 flacone o 1 applicatore
  • durata d'azione: 5-20 minuti
  • indicati per le difficoltà di evacuazione, inadatti all'uso prolungato

Lassativi orali

In linea di principio vanno utilizzati il meno possibile. Vanno adeguati alla consistenza delle feci. Di regola iniziano ad agire solo dopo 24 ore, quindi non sono adatti all'impiego rapido.

Prodotto

Effetto

Duphalac sciroppo
  • principio attivo: lattulosio, galattosio

Importal bustine
  • principio attivo: zucchero sintetico
  • sottraggono liquidi al corpo aumentando il volume delle feci nell'intestino crasso, con l'effetto di stimolare l'attività intestinale
  • posologia: fino a 3 x 20 ml (Duphalac), 1-2 x 1 bustina (Importal)
  • inizio dell'effetto: dopo 12-48 ore
  • adatti all'uso prolungato
  • controindicazioni
    • Duphalac: in caso di intolleraza al lattosio
    • Importal: in caso di colostomia
Movicol
  • principio attivo: macrogol, sali
  • si lega all'acqua, ammorbidendo le feci
  • posologia: fino a 3 x 1 bustine (1 bustina corrisponde a 25 ml di concentrato)
  • inizio dell'effetto: dopo 24-72 ore
  • adatto all'uso prolungato
Agiolax mite
  • principio attivo: semi di psillio, mucillagine di psillio

Colosan mite
  • principio attivo: sterculia
  • i granelli si gonfiano d'acqua e ingrossano il volume delle feci, stimolando la motilità intestinale; inoltre conferiscono una consistenza morbida alle feci.
  • posologia: fino a 3 x 20 ml
  • bere in abbondanza dopo l'assunzione: almeno 1 bicchiere per 5 ml di Colosan/Agiolax
  • inizio dell'effetto: da 12 ore (Colosan) ad alcuni giorni dopo
  • adatti all'uso prolungato
Metamucil Regular
  • principio attivo: semi di Plantaginis ovata, glucosio

Metamucil N Mite Orange
  • principio attivo: semi di Plantaginis ovatae, saccarosio
  • la mucillagine si gonfia d'acqua e ingrossa il volume delle feci, stimolando la motilità intestinale; inoltre rende le feci morbide.
  • posologia: fino a 3 x 20 ml
  • bere in abbondanza: 1 bicchiere d'acqua per sciogliere il preparato e un secondo bicchiere dopo l'assunzione
  • inizio dell'effetto: dopo 12-48 ore
  • adatto all'uso prolungato
  • avvertenza per i diabetici: 10 ml di Metamucil contengono 13 kcal
Sciroppo di fichi senza senna
  • fruttosio, mucillagini e acidi della frutta contribuiscono ad ammorbidire le feci
  • posologia: fino a 3 x 20 ml
  • inizio dell'effetto: dopo circa 24 ore
  • l'uso prolungato non è privo di rischi

Importante

I lassativi orali sottraggono acqua dal corpo. Per compensare è necessario bere in abbondanza.

Domande frequenti

Per cambiare il trattamento evacuativo devo sempre rivolgermi al medico?
Non necessariamente. Se si tratta solo di un adeguamento della dose e ha già familiarità con il medicamento, può agire autonomamente. Se ha problemi o in linea generale non è più soddisfatto della sua terapia evacuativa, è bene rivolgersi al medico. Sconsigliamo di limitarsi a una consulenza in farmacia, poiché i lassativi spesso hanno un effetto diverso nelle persone con lesione midollare, e alcuni sono persino controindicati.

Devo prendere rimedi evacuativi fino alla fine dei miei giorni?
Dipende, conta molto il movimento che fa e come si nutre. Generalmente l'obiettivo è trovare un equilibrio sano, in modo da produrre feci morbide per ridurre il rischio di emorroidi o di ferimenti dell'ano, pur mantenendo una certa consistenza delle feci.

Devo rispettare particolari precauzioni nella scelta di un evacuativo se ho un ano artificiale?
Sì, a seconda del tipo di ano artificiale possono esserci medicamenti inadatti, poiché molti agiscono solo nell'intestino crasso. Si raccomanda quindi di rivolgersi al medico di famiglia o allo specialista di problemi intestinali per trovare il rimedio adatto.

Tutti i rimedi evacuativi sono rimborsati dalle casse malati in Svizzera?
Spesso no. Inoltre, i medicamenti rimborsati cambiano da cassa malati a cassa malati, per cui è meglio informarsi direttamente presso la propria.

A proposito delle autrici:

  • Christa Schwager è un'esperta di scienze motorie nel Centro per lo sviluppo delle cure infermieristiche e per la formazione presso il Centro svizzero per paraplegici a Nottwil/Svizzera, dove lavora dal 1994. È co-autrice di due pubblicazioni chiave nell'ambito della lesione midollare "Paraplegie. Ganzheitliche Rehabilitation" (ed. Guido A. Zäch e Hans Georg Koch) e "Pflege von Menschen mit Querschnittlähmung" (ed. Ute Haas).
  • Karin Roth è un'infermiera di pratica avanzata nel Centro per lo sviluppo delle cure infermieristiche e per la formazione presso il Centro svizzero per paraplegici, dove lavora dal 1997. É anche co-autrice della pubblicazione "Pflege von Menschen mit Querschnittlähmung".
  • L'articolo è nato in collaborazione con il gruppo di esperti per la gestione dell'intestino del Centro svizzero per paraplegici.


aggiornato: dicembre 2013