• La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

  • La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

  • La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

  • La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

  • La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

Funzionalità dei muscoli intrinseci della mano, parte 1: recupero del movimento di presa funzionale

Autrice del riassunto: Ursina Arnet (Ricerca svizzera per paraplegici)
Articolo originale: Arnet U, Muzykewicz DA, Friden J, Lieber RL. Intrinsic Hand Muscle Function, Part 1: Creating a Functional Grasp. The Journal of Hand Surgery (American Volume). 2013;38(11):2093-99.
 

Per ottenere un movimento ottimale e funzionale nella presa, i muscoli intrinseci della mano dovrebbero essere integrati quando si esegue un trasferimento del tendine con lo scopo di recuperare la flessione del dito.

Qual era lo scopo di questo studio?

Le persone con tetraplegia spesso riferiscono che tra le funzioni perse a causa della lesione, la funzione della mano è una delle più importanti da recuperare. Per molte persone è possibile ritrovare alcune funzioni delle dita con l'aiuto di un trasferimento del tendine. La flessione del dito per esempio può essere recuperata mediante un trasferimento tendineo del muscolo estensore radiale lungo del carpo (muscolo che estende il polso) al tendine del muscolo flessore profondo delle dita (muscolo che flette la dita dall'indice al mignolo).
Tuttavia, se solo la flessione del dito viene recuperata, il dito può solamente arricciarsi. Ciò significa che la distanza tra le dita e il palmo è molto piccola durante il movimento di presa e quindi è impossibile afferrare oggetti grandi. Pertanto, è importante aumentare la distanza tra la punta delle dita e il palmo così da ottenere una presa ottimale. Se la funzione della mano è intatta, i muscoli intrinseci della mano coordinano i movimenti delle dita. Questi piccoli muscoli sono situati nel palmo della mano e si congiungono a ciascuna delle quattro dita (dal dito indice al mignolo). L'obiettivo di questo studio era di capire quale ruolo giocano i muscoli intrinseci della mano nella funzione di presa.

Che metodo hanno usato i ricercatori?

I ricercatori hanno esaminato cinque mani fornite da persone decedute. I tendini dei flessori delle dita sono stati attaccati a un motore per simulare il movimento di presa. Il motore è stato regolato in modo che le dita della mano aperta (dita tese) si arricciassero in un pugno. Per simulare i diversi livelli di attività dei muscoli intrinseci della mano, cinque pesi sono stati attaccati ai muscoli intrinseci (0 g = muscoli passivi, 125 g, 250 g, 375 g e 500 g = peso massimo con cui le dita rimangono estese all'inizio del movimento).
Il movimento delle dita è stato videoregistrato. Grazie a ciò, gli angoli di ciascuna delle articolazioni delle dita, la sequenza del movimento articolare e la distanza tra la punta delle dita e il palmo sono stati calcolati. In seguito i valori misurati sono stati confrontati tra i livelli di attività dei muscoli intrinseci.

Cosa hanno scoperto i ricercatori?

In caso di muscoli intrinseci passivi, le dita si sono arricciate (vedi figura 1): le dita prima si sono flesse all'altezza delle articolazioni distali (articolazioni esteriori delle dita) e in corrispondenza delle articolazioni interfalangee prossimali (articolazioni medie). Solo nella seconda metà del movimento si sono flesse anche le articolazioni metacarpo-falangee (articolazioni che collegano le dita con il palmo).

Figura 1: movimento del dito a tre diversi livelli di attività dei muscoli intrinseci della mano

Il movimento è cambiato con una forte attivazione dei muscoli intrinseci: le dita si sono flesse prima all'articolazione metacarpo-falangea e solo dopo si sono arricciate (vedi figura 1). Con questo movimento, la distanza tra la punta delle dita e il palmo era più grande: grazie ai muscoli intrinseci attivi, la distanza è aumentata di 2 cm (vedi figura 2).

Figura 2: posizione del polpastrello del dito medio durante il movimento di presa

Qual è il significato di questi risultati?

I risultati di questo studio hanno mostrato che la distanza tra le dita e il palmo aumenta con l'attivazione dei muscoli intrinseci delle dita. Considerato il movimento di presa, una differenza di due centimetri è abbastanza grande e può essere determinante nel decidere se una persona riesce ad afferrare un oggetto da solo o ha bisogno di un aiuto. Con muscoli intrinseci attivi è possibile per esempio afferrare una bibita in lattina, mentre con i muscoli passivi non è possibile. Di conseguenza, il movimento di presa è più funzionale se i muscoli intrinseci sono attivi.
Nel caso di trasferimenti tendinei per il recupero della flessione dito, si raccomanda quindi di includere anche i muscoli intrinseci così da ottimizzare il movimento di presa funzionale.

Chi ha condotto e finanziato lo studio?

Lo studio è stato finanziato e condotto dalla Ricerca svizzera per paraplegici e dal Muscle Physiology Laboratory della University of California a San Diego (Stati Uniti).

Comments (0)

There are no comments posted here yet

Valuta questo post

Forum
Risposte più recenti
331 SISSI
Crema \ Olio per massaggio alla schiena gambe
Grazie mille per i consigli proverò sicuramente adesso ho preso Xémose ( uriage ) ma proverò sicuramente acnhe quelli che consigliati da...
6 SISSI 31-05-2020
1715 Luciafusco
Scarlett Von Wollenmann... storia di una donna speciale
Thank you...but Scarlett Von Wollenmann is a very special special woman😍
7 Luciafusco 22-01-2020
Buon Natale e felice anno nuovo a tutti
Felice anno nuovo a tutti. Con salute e amore 😘 Carken 
1 carken 01-01-2020
1052 carken
Scattola per pillole (foto)
Hai ragione carken, la differenza a volte sta nei dettagli. Se possibile è sempre meglio vedere e provare a usare il prodotto...
3 claudia.zanini 11-12-2019
Scarlett: la mia battaglia per rinascere
Ciao carissimo/a Lucymail75  Benvenuto/a nella nostra garndiosa Familia della Comunity Paraplegici Online. !  Bello evrti qua.! Grazie...
1 Francescolife 11-12-2019
Chiedi all’esperto
Risposte più recenti

Blog
Blog più recenti
Chef in carrozzine: ecco alcune storie di successi
Anche se la disabilità vuole la sua parte, è l’ambizione a farla da padrone
0
lorenzo.deluigi 15-07-2020 In News
Make to Care, un contest volto all'innovazione
Quale di questi quattro progetti innovativi vi convince di più?
0
kitwan 02-07-2020 In Società
“Il Trono di Spine” delle persone in carrozzina
La lotta per lo spazio personale, la sicurezza e l’indipendenza
0
Wiki
I più letti
Lesioni del midollo spinale e conseguenze
Lesioni causate da infortunio A seguito di una lesione, nei segmenti mobili vi sono vari elementi che reagiscono in modo differenziato: le strutture ossee e le strutture legamentose. Si distinguono tre principali tipi di fratture ossee della...
Dolori cronici
Definizione di dolore Il dolore è una sensazione complessa, assimilabile a una percezione. Il dolore è sempre soggettivo e non è misurabile, dimostrabile o confutabile. Sin dagli anni Settanta L'Associazione internazionale per lo studio del dolore...
Espettorazione e rimozione delle secrezioni
Espettorare le secrezioni è fondamentale al fine di respirare liberamente. La tosse costituisce un riflesso difensivo volto a ripulire le vie aeree, sicché il muco possa essere rimosso ed espulso dal tratto respiratorio. Per tossire è necessaria...

La nostra Community
Temi più recenti
30-07-2020 In Attuali
Giro Suisse - Un evento in handbike per i 40 anni dell'ASP
Sono trascorsi 40 anni dal lontano 27 aprile 1980, data di fondazione dell’Associazione svizzera dei paraplegici (ASP), che si propone di sostenere a vita le persone con una para o tetraplegia....
0
20-07-2020 In Attuali
Telemedicina: un'opportunità?
Telemedicina. Se ne parla da anni. Ma è una realtà in Svizzera? Alcune compagnie di assicurazione offrono da tempo consulenze telefoniche o online, ma cosa succede negli ambulatori medici? Sembra...
0
17-07-2020 In Attuali
Mascherine gratuite per pazienti para/tetraplegici a rischio
Le persone tetraplegiche e le persone paraplegiche anziane o che soffrono di altre malattie sono particolarmente a rischio di complicazioni nel caso si ammalassero di Covid-19. Per questo motivo,...
0

Contatto

Ricerca svizzera per paraplegici
Guido A. Zäch Strasse 4
6207 Nottwil
Svizzera

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T 0800 727 236 (dalla Svizzera, gratuito)
T +41 41 939 65 55 (da altri paesi, a pagamento)

Diventa parte della Community, iscriviti ora!