Avete mai pensato di partire per un safari? Con questi consigli, potrebbe diventare la vostra prossima avventura!

Partecipare a un safari africano è in cima alla lista dei desideri di molti viaggiatori intrepidi. Il continente ospita una fauna incredibile, panorami mozzafiato e ben 54 Paesi, ricchi di cultura e tradizioni.

Un articolo di viaggi pubblicato dalla CNN nel 2018 elencava le otto migliori destinazioni per un safari in Africa, che spaziavano dall’esplorazione dei vasti regni del Serengeti in Tanzania, all’avvistamento dei “Big Five” - leone, leopardo, rinoceronte, elefante e bufalo - al parco nazionale Hwange in Zimbabwe, alla fuga nella natura incontaminata di Mathew’s Range in Kenya. La diversità delle esperienze che si possono vivere su questo continente è impareggiabile.

Sfortunatamente, decidere di partire per un safari è molto più facile che pianificare il viaggio. Partecipare a un safari può essere logisticamente complicato considerando il tipo di trasporto che viene utilizzato per andare in escursione e l’alloggio in cui le persone di solito soggiornano. Tuttavia, non tutte le speranze sono perse. L’offerta di tour safari e di alloggi per i viaggiatori con mobilità limitata è in continua crescita.

safari im rollstuhl als paar oder in einer gruppe

Un safari può essere una grande esperienza sia in coppia che in gruppo. (Fonte: https://www.lptour.it)

Scegliere il compagno di viaggio per il vostro safari

Alcune aziende con sede in Africa stanno aprendo queste esperienze indimenticabili anche alle persone con disabilità. Ecco quattro operatori di safari in diverse parti del continente:

  • Go Africa Safaris & Travel: questa compagnia è considerata il leader nei safari africani accessibili in carrozzina. Offre tour in Kenya, Tanzania e Uganda.
  • Endeavour Safaris: questa agenzia offre tour e safari accessibili in Botswana, Namibia e Sudafrica. Si concentra soprattutto sulla personalizzazione dei viaggi in base alle esigenze individuali - i loro consulenti saranno felici di aiutarvi.
  • Epic Enabled: con sede a Città del Capo, in Sudafrica, l’azienda si dedica a fornire ai suoi ospiti un’esperienza autentica nel Kruger National Park.
  • Access 2 Africa Safaris: offrono tour di safari sia in Sudafrica che in eSwatini, un paese enclave senza sbocco sul mare. Dr Scott Rains, rispettato attivista per i viaggi accessibili, ha condiviso nel suo testimonial per l’azienda:

“Jennae Bezuidenhout di Access 2 Africa Safaris è una donna intraprendente. Lei è la ragione per cui ho potuto fare questo viaggio. (...) Da quando suo marito ha subito una paralisi ha attinto dalle esperienze vissute nel suo ambiente personale e lavorativo intrecciandole in qualcosa di unico. È diventata una fornitrice, e un evangelista, di safari che includono viaggiatori con problemi di mobilità e altre disabilità.”

Scott Rains, scrittore di viaggi americano e attivista per le persone disabili

die big five einer safari leopard nashorn elefant. löwe büffel

I Big Five - leopardo, rinoceronte, elefante, leone e bufalo - sono considerati gli animali più importanti da non perdere assolutamente in un safari... (Fonte: https://blog.rhinoafrica.com)

antilopen gnus zebras und warzenschweine in der maasai mara kenia

... tuttavia, ci sono molti altri animali selvatici affascinanti da scoprire. (Fonte: https://discoverdiscomfort.com)

Consigli e considerazioni quando si pianifica un viaggio safari

  1. Pensate al momento migliore dell’anno per la vostra visita. Gli animali selvatici si muovono secondo le stagioni e sicuramente non volete perdervi le famose migrazioni della fauna selvatica africana. Per osservarla, la stagione secca tra maggio e settembre è di solito il momento migliore. Su questo sito web si ottiene una panoramica dei mesi e dei luoghi migliori per osservare la grande migrazione degli gnu in Africa orientale.
  2. Decidete come volete viaggiare. Una decisione importante riguarda la scelta tra una visita guidata e un viaggio per conto proprio. Entrambi hanno i loro vantaggi e svantaggi, e occorre avere un’idea chiara delle proprie preferenze.
  3. Prenotate per tempo. La disponibilità di suite accessibili in carrozzina, interconnesse e familiari è limitata, soprattutto durante l’alta stagione, che va da luglio a ottobre. Per assicurarvi l’alloggio desiderato, è consigliabile prenotare con 6 o 9 mesi di anticipo.
  4. Cercate un itinerario su strada. Se state pensando di esplorare più di una destinazione, tenete presente che le distanze tra le diverse località sono enormi e volare potrebbe essere l’unica opzione. Questo di solito comporta l’uso di aerei leggeri che potrebbero non essere in grado di trasportare persone in carrozzina, o anche solo la carrozzina come bagaglio. Optare per viaggi su strada con quattro ruote motrici, dove possibile, può essere la soluzione migliore. Buoni itinerari su strada si possono trovare, per esempio, in Namibia, nella zona del Circuito Settentrionale della Tanzania, nel Kruger National Park e sulla Garden Route in Sudafrica.
  5. Abbiate chiare le vostre esigenze. Parlando da zimbabwese, posso promettervi una cosa: gli africani sanno come pianificare un viaggio. Troveranno un modo per accogliere voi e le vostre esigenze nel miglior modo possibile. Assicuratevi di comunicare chiaramente tutte le vostre esigenze specifiche, che si tratti di una doccia accessibile in carrozzina o di dispositivi di assistenza extra in loco: non esitate a condividere le vostre richieste prima e durante il viaggio.

Ecco alcuni altri suggerimenti che sono importanti per i viaggi in generale, e ancora di più per i safari:

  • un check-up medico completo, comprese le vaccinazioni, le ricette mediche ecc.
  • un’assicurazione di viaggio completa
  • pezzi di ricambio e articoli come un kit di riparazione delle forature per gli pneumatici della carrozzina
  • adeguata protezione solare e cappello a tesa larga.

Alloggio accessibile per i safari

Non tutti i safari sono uguali. Ci sono i safari classici, che offrono un’esperienza più autentica, che abbraccia tutta la natura. Poi ci sono i safari di lusso, che offrono un’esperienza più confortevole, da casa, a cinque stelle. Discutetene con il vostro consulente di viaggio per scoprire quale opzione si adatta meglio alle vostre esigenze. Ecco alcune immagini per mostrarvi come potrebbe essere la sistemazione per il vostro viaggio safari.

malamala camp. südafrika

Il camping di lusso MalaMala Camp nel Kruger National Park del Sud Africa “si vanta di essere una delle poche destinazioni di safari in grado di offrire una suite universalmente accessibile”. Questo include un bagno accessibile in carrozzina con doccia e rampe nelle camere e nell’alloggiamento del veicolo. (Fonte: https://www.malamala.com)

angama mara kenia

Anche il lussuoso Angama Mara in Kenya offre una vista mozzafiato sulle pianure del Masai Mara. Il lodge si descrive come “accessibile in carrozzina” con tutti i livelli dotati di rampe, maniglioni nella doccia e nel bagno, e una suite tenda appositamente attrezzata per i viaggiatori con disabilità (Fonte: https://angama.com)

the hide safari camp hwange national park simbabwe

L’Hide Safari Camp nel Hwange National Park in Zimbabwe è considerato un lodge abbastanza spartano: ampie porte, percorsi solidi e compatti e docce esterne accessibili. (Fonte: https://www.thehide.com)

the palace of the lost city sun city südafrika

Il Palace of the Lost City è un hotel a cinque stelle nel resort di lusso Sun City, confinante con il Pilanesberg National Park. Offre una camera accessibile in carrozzina al piano terra, una doccia accessibile e corrimano in bagno. (Fonte: https://www.go2africa.com)

Naturalmente, in un safari africano non ci si può aspettare gli standard di alloggio e accessibilità a cui si è abituati normalmente. Bisogna tenere a mente che la maggior parte dei lodge o dei campi non sono realmente attrezzati per le persone in carrozzina. Quindi diventa essenziale sviluppare un po’ di flessibilità durante il viaggio e giocare d’anticipo. Ecco alcuni punti da considerare quando si sceglie l’alloggio:

  • Meglio attenersi ad alloggi basati su terreni pianeggianti piuttosto che in collina o in montagna. Potrebbero avere qualche scala, ma queste dovrebbero poter essere percorse con una rampa o con il supporto del personale.
  • Assicuratevi che ci siano docce accessibili. I lodge con docce all’aperto sono i più convenienti perché tendono ad essere più spaziosi e a non avere porte o sporgenze.
  • Assicuratevi che in loco abbiano elettricità 24/7, in particolare per gli utenti con una carrozzina motorizzata che richiede la ricarica.

Troverete una selezione di alloggi per carrozzine su questo sito.

betten und behindertengerechte toilette in safari camp

Non aspettatevi troppo comfort e accessibilità durante il vostro viaggio safari, soprattutto se non siete in un hotel di lusso. (Fonte: https://www.lptour.it)

Esperienze di prima mano e blog di viaggio sui safari in carrozzina

Internet pullula di blog di viaggio e di racconti di esperienze in safari. Per citarne alcuni:

  • Nella rivista “Paracontact” dell’Associazione svizzera dei paraplegici potete trovare due reportage di viaggio “svizzeri” sui safari in Sudafrica e Botswana (entrambi a pagina 31).
  • Per un resoconto dell’esperienza più completo date un’occhiata al blog di WheelchairTravel.org di John Morris, che ha girato il mondo in carrozzina con tre arti amputati a causa di un incidente stradale. Ha diviso le sue esperienze di un safari in Kenya del 2019 in sei post completi del blog, a cui potete accedere tramite la tabella dei contenuti.
  • Un’altra grande fonte è il blog Curb Free with Cory Lee. Convivendo con l’atrofia muscolare spinale, Cory Lee ha girato il mondo e ha ispirato altri a seguirlo attraverso i suoi blog sempre attuali e consigli di viaggio. In uno dei suoi blog ricorda la sua esperienza di viaggio con Epic Enabled al Kruger National Park e fornisce alcuni consigli per gli elementi essenziali del viaggio.

Ci sono stati progressi significativi negli alloggi accessibili in carrozzina, nei trasporti e nel turismo inclusivo in generale. Questo rende un indimenticabile safari africano un sogno realizzabile anche per le persone con disabilità.

sonnenuntergang in der serengeti

Il Serengeti al tramonto. (Fonte: Grahampurse, Wikimedia CommonsCC BY-SA 4.0)

Vi piacerebbe andare in un viaggio safari? Che cosa vi piacerebbe visitare in particolare?

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.
Sii il primo a commentare!

Valuta questo post