To Homepage
Corpo e complicazioni

Come funziona la terapia ­respiratoria

Air stacking

Obbiettivo

L’air stacking (accumulo d’aria) è un allenamento respiratorio che consente di espandere autonomamente i polmoni. Grazie a questa manovra, è possibile mantenere l’elasticità della muscolatura toracica e garantire una buona ventilazione. Inoltre, essa permette anche di rimuovere eventuali secrezioni.

Svolgimento

Si inspira gradualmente attraverso il naso, fino a riempire al massimo i polmoni. In seguito bisogna trattenere l’aria per un istante (2 – 3 secondi), affinché possa espandersi bene nei polmoni. Dopo questa breve «pausa respiratoria», l’aria viene espulsa lentamente. In alternativa è possibile espirare direttamente attraverso l’Acapella.
Se si possiede un pallone Ambu, è possibile accompagnare l’inspirazione con questo ausilio (schiacciare il pallone dopo ogni atto respiratorio oppure una volta sola, dopo aver accumulato l’aria nei polmoni con l’air stacking).

Istruzioni air stacking

Acapella

Obbiettivo

Questo strumento viene impiegato nella terapia respiratoria solo in caso di frequente produzione di secreto o in caso di espettorato denso, che non si riesce a espellere autonomamente. Espirando con respiri lunghi e regolari attraverso l’Acapella vengono generate delle vibrazioni. Queste vibrazioni rendono più liquido il secreto e ne facilitano l’espettorazione. Espirare contro resistenza mantiene aperti più a lungo i bronchioli e ciò fa sì che il secreto possa essere rimosso ed espulso con maggiore facilità.

Svolgimento

Espirare almeno 10 volte con respiri regolari e possibilmente lunghi, in modo da generare delle vibrazioni. Fare una breve pausa e ripetere. (Consiglio: ad ogni impiego effettuare 3 serie di 10 ripetizioni ciascuna.) Entrambi gli strumenti (sia quello blu che quello verde) devono essere impostati sulla 4ª tacca (per garantire una frequenza vibratoria ottimale alla rimozione del secreto).

Istruzioni per uso Acapella

850 4598x be

Importante

Pulire il boccale con acqua calda dopo ogni uso. Sostituire lo strumento qualora dovesse sporcarsi, in caso di infezioni o al più tardi dopo tre mesi.

Powerlung

Obbiettivo

Allenamento della forza muscolare inspiratoria ed espiratoria.

Svolgimento

  • Tappare il naso con l’apposita molletta ­tappanaso e tenere il boccaglio tra le labbra come se fosse un boccaglio da nuoto.
  • Inspirare con la massima forza possibile contro resistenza attraverso il boccaglio, in seguito espirare lentamente contro ­resistenza fino a svuotare i polmoni. ­Massimo 10 ripetizioni di fila, aumentare gradualmente la serie di ripetizioni ­(massimo 7 serie). Ripetere l’esercizio 4 – 5 volte alla settimana.
  • Importante: questo esercizio deve essere stancante!

powerlung 1
Allenamento con Powerlung

powerlung 2
Apparecchio Powerbreathe con apposito tappanaso

Powerbreathe

Obbiettivo

Mediante questo allenatore muscolare respiratorio viene rafforzata la muscolatura inspiratoria. Ciò porta a un maggiore volume inspiratorio e quindi a una migliore funzione polmonare. Inoltre, permette di effettuare colpi di tosse più vigorosi e dunque di rimuovere più efficacemente le secrezioni.

Svolgimento

  • Tappare il naso con l’apposita molletta tappanaso e tenere il boccaglio tra le labbra ben chiuse.
  • Inspirare con la massima forza possibile contro resistenza attraverso il boccaglio, espirare lentamente fino a svuotare i ­polmoni. Ripetere al massimo 10 volte di fila, aumentare gradualmente la serie di ripetizioni (massimo 7 serie).
  • Importante: questo esercizio deve essere stancante!
  • Aumentare gradualmente la resistenza
    (non appena lo sforzo individuale percepito diminuisce).
  • L’obiettivo è di allenarsi alla massima ­intensità possibile. Lo sforzo individuale percepito dovrebbe essere di almeno 15 (scala 6 – 20 di Borg). Ripetere l’esercizio 4 – 5 volte alla settimana.

Scala di Borg

6 - nessuno sforzo
7 - estremamente leggero
8
9 molto leggero
10
11 leggero
12
13 un po’ pesante
14
15 pesante
16
17 molto pesante
18
19 estremamente pesante
20 massimo sforzo

Importante

Smontare il boccaglio tutte le sere, sciacquarlo con acqua calda e lasciarlo asciugare. Nel caso in cui della saliva dovesse introdursi nell’apparecchio, può essere pulito  completamente con acqua o alcol puro.

Gonfiare i polmoni a scopo ­terapeutico con il pallone Ambu

Obbiettivo

I polmoni vengono gonfiati a scopo terapeutico con il pallone Ambu in modo da raggiungere la massima capacità polmonare. Ciò permette di effettuare colpi di tosse più vigorosi e quindi di rimuovere più efficacemente le secrezioni. Inoltre consente di conservare la mobilità toracica.

Svolgimento

Mentre il paziente inspira, in sincronia con la respirazione, con il pallone Ambu viene introdotto dell’ossigeno aggiuntivo nei polmoni. Per far ciò, occorre premere con una mano sul pallone, spingendo l’aria nei polmoni del paziente. Lasciando la presa, il pallone si espande nuovamente e si riempie d’aria «fresca». Dopo alcune ripetizioni, il paziente può provare a espettorare il muco, eventualmente con il supporto manuale da parte di una terza persona.

Per rendere l’allenamento più difficile, questo esercizio può essere abbinato all’air stacking. In questo caso, supportare vari atti inspiratori con il pallone Ambu, senza che tra un atto e ­l’altro avvenga l’espirazione. Gonfiare i polmoni a scopo terapeutico con il pallone Ambu una volta al giorno, 5 – 10 ripetizioni consecutive.

Istruzioni per pallone Ambu

Importante

Durante il convogliamento dell’aria verso il paziente, la valvola di sovrapressione del ­pallone Ambu deve sempre essere aperta, affinché la pressione in eccesso possa ­fuo­riuscire attraverso la valvola. Introdurre troppa aria nei polmoni può portare a ­iperventilazione.

beatmungsbeutel 1
Uso del pallone Ambu con maschera facciale

beatmungsbeutel 2
Pallone Ambu con boccale e maschera facciale

beatmungsbeutel 3
Uso del pallone Ambu con boccale e tappanaso

Fascia addominale

Obbiettivo

Assistenza alla respirazione (ad esempio aiuto all’espettorazione, capacità vitale) per tutti i pazienti che hanno perso la capacità di controllare la muscolatura addominale.

Indicazione

  • Pazienti incapaci di produrre una tosse ­efficace
    • Il colpo di tosse è significativamente più efficace con la fascia
  • Pazienti che presentano bassi valori di ­funzione polmonare
  • Pazienti con un tempo massimo fonatorio ridotto
    • Il tempo massimo fonatorio è significativamente più efficace quando si indossa la fascia
    • L’esperienza clinica insegna che con la fascia addominale si riesce a produrre una voce più forte

Efficacia

  • Migliore meccanica respiratoria grazie ­all’aumento della pressione intraddominale
  • ll diaframma viene spinto verso l’alto
  • Maggiore pre-contrazione del diaframma
  • Premesse migliori per l’inspirazione

Istruzioni

  • Indossare la fascia addominale in posizione supina (a pancia in su)
  • Stringere bene la fascia addominale affinché apporti il beneficio desiderato
  • Posizionare la fascia addominale tra la cresta iliaca e l’arco costale
  • Controllare regolarmente la pelle, ev. indossare la fascia sopra una leggera canottiera (ma attenzione a non creare pieghe)

bauchgurt 1

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.
Sii il primo a commentare!
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva