Cos’è l’osteoporosi?

L’osteoporosi è una malattia dello scheletro caratterizzata da una riduzione della densità minerale ossea e da un’alterazione della microarchitettura del tessuto osseo. L’osso colpito da osteoporosi presenta una massa ossea notevolmente ridotta, in ragione della quale già minime azioni di forza durante normali atti della vita quotidiana possono dare luogo a una frattura ossea.

Quali ne sono le cause?

Oltre a fattori quali cambiamenti ormonali (p. es. donne in menopausa), alterazioni metaboliche dovute a una lesione midollare, l’avanzare dell’età o una nutrizione carente, anche l’immobilizzazione costituisce un fattore a rischio che favorisce l’insorgenza dell’osteoporosi. Per questo motivo le persone con una para-tetraplegia motoria completa sono particolarmente colpite dall’osteoporosi, le quali già poco tempo dopo l’esordio della paralisi possono sviluppare un’osteoporosi. Il deterioramento della massa ossea si manifesta al di sotto del livello della lesione ed interessa soprattutto le braccia e / o le gambe paralizzate. Per esempio, la densità minerale ossea della tibia può ridursi fino al 70 % nei primi anni dopo una lesione al midollo spinale. La gravità dell’osteoporosi aumenta in rapporto al periodo passato dall’esordio della lesione midollare e all’entità delle limitazioni funzionali. Inoltre sono anche giovani donne o uomini a manifestare un’osteoporosi, pertanto non si osserva solo nelle persone para e tetraplegiche più anziane.

Cosa bisogna fare?

Stando alle cognizioni attuali in materia di medicina, l’evoluzione di un’osteoporosi è poco influenzabile. Ciò nonostante, bisogna integrare nella vita quotidiana i seguenti provvedimenti intesi come una terapia o prevenzione dell’osteoporosi:

  • un’alimentazione equilibrata e ricca di calcio;
  • una terapia di sostituzione della vitamina D in caso di accertata carenza di vitamina D;
  • attività fisica e sportiva, se possibile all’aria fresca (luce del sole);
  • un supporto terapeutico mirato mediante stimolazione elettrica funzionale (FES);
  • alla luce di un accertato grave stadio di osteoporosi, il medico di famiglia o lo specialista potranno raccomandare l’assunzione di specifici farmaci dopo un’accurata consulenza individuale.

16 170 03 Management von Komplikationen IT Seite 15

Comments (0)

There are no comments posted here yet

Valuta questo post