Consapevolezza del corpo, regolazione degli effetti della spasticità, respirazione libera e profonda, sentirsi bene e più in forma. Questi sono solo alcuni dei benefici che le persone con una lesione midollare possono trarre dalla pratica dello yoga. Secondo noi, ragioni sufficienti per conoscere più da vicino questa antica tradizione.

In origine lo yoga è una tradizione filosofica indiana (e anche tibetana) che significa “collegare" o “unire". Si intende la connessione tra la nostra consapevolezza umana individuale e la consapevolezza umana infinita, così come tra corpo, spirito e anima. Nella filosofia occidentale, la conoscenza si acquisisce spesso attraverso studi scientifici; nella tradizione indiana, invece, la conoscenza si acquisisce sperimentando la realtà attraverso esperienze dirette e personali. L'obiettivo nel fare yoga è quello di scoprire di più sui nostri valori interiori, per conoscere meglio la verità e la nostra vera identità o sperimentare il sé superiore. Lo yoga nella sua forma tradizionale è un sistema completo che si occupa non solo di esercizi fisici, tecniche di respirazione, meditazione e nutrizione, ma anche di psicologia, di relazioni interpersonali, di etica e filosofia.

Nel corso del tempo, diverse scuole di yoga si sono sviluppate. Alcune si rifanno alle antiche tradizioni indiane; altre invece si sono sviluppate più recentemente nelle culture occidentali e si concentrano principalmente sulla forma e il benessere fisico. Lo yoga può essere dolce, stimolante, rilassante, meditativo o acrobatico. Tra le forme di yoga più conosciute annoveriamo:

  • Hata Yoga
  • L'Hata Yoga è il più noto nel mondo occidentale e ci sono molte scuole e modi di praticarlo. Il suo obiettivo è l'equilibrio tra corpo e anima, che può essere raggiunto attraverso l'esercizio fisico e il controllo del corpo. Esercizi di respirazione e/o meditazione sono praticati in alcune scuole.
  • Gyan Yoga
  • Lo Yoga Gyan è lo yoga della conoscenza. L'obiettivo è quello di sperimentare la verità attraverso la pratica e la conoscenza e di vedere Dio, o piuttosto il divino, in ogni cosa.
  • Yoga Kundalini
  • Lo Yoga Kundalini è anche chiamato yoga della consapevolezza. L'equilibrio tra anima e corpo può essere raggiunto attraverso l'esercizio fisico, il rilassamento, la meditazione, l'uso di Mantra (recitazione ripetuta di sillabe o parole), Mudra (posizioni delle mani), Bandhas (“fissaggio posturale" o contrazioni muscolari) e Pranayama (tecniche di respirazione). Grazie allo Yoga Kundalini imparerete a controllare la vostra mente e la vostra forza interiore, e potrete aspirare a una coscienza superiore.
  • Yoga Naad
  • Lo Yoga Naad si avvale della potenza del suono. Suoni diversi, mantra, strumenti musicali, voce ecc. creano vibrazioni che hanno un effetto sul corpo e possono aiutare a liberare la mente. Le persone para-tetraplegiche possono praticare tutti quei tipi di yoga che non prevedono posizioni acrobatiche. Meditazione e tecniche di respirazione (Pranayama), che possono avere un effetto palliativo sulle difficoltà respiratorie, sono elementi importanti della pratica regolare dello yoga per le persone con una lesione midollare.

Yoga Kundalini e i suoi benefici per le persone para-tetraplegiche

Molti corsi hanno dimostrato che lo Yoga Kundalini è particolarmente adatto per le persone con una lesione midollare, perché...

  • ... molti esercizi (Asana) possono essere eseguiti da seduti o da sdraiati. È quindi possibile sviluppare sequenze di esercizi (Kriya) adatte a persone con ogni livello di lesione.
  • ... si concentra sulle tecniche di respirazione, che permettono di allenare la muscolatura e aumentare il volume polmonare.
  • ... la concentrazione e la meditazione costituiscono una parte fondamentale della pratica dello Yoga Kundalini.
  • ... anche il rilassamento e la consapevolezza del corpo vengono stimolati.
  • ... il rispetto per se stessi e per gli altri è parte della filosofia dello Yoga Kundalini e si riflette anche nei suoi esercizi e nella meditazione.

4634 1dseitdrehungre dietrich

4630 6adrehsitzre stephan front

Esercizi di yoga eseguiti in carrozzina…

 

4637 8fsandrahaende am bein rueck

4636 6cdrehsitzre harald seitl

… e a terra

La pratica regolare dello Yoga Kundalini può avere effetti molto positivi sul corpo e la mente della persona, per es.:

  • aumento della massa muscolare e dell'elasticità dei muscoli
  • effetto regolatore sugli organi e le funzioni degli organi (per es. reni, digestione)
  • miglioramento della respirazione e del volume polmonare
  • maggiore consapevolezza del proprio corpo
  • riduzione dello stress e aumento di pace interiore e serenità
  • riduzione o eliminazione delle ansie
  • riduzione delle condizioni mediche causate da stress (per es. problemi di digestione, tensioni)
  • riduzione della tensione muscolare
  • regolazione della frequenza cardiaca e respiratoria e potenzialmente abbassamento della pressione sanguigna
  • aumento della capacità di concentrazione
  • maggiore consapevolezza di sé
  • riconciliazione dell'anima e inconscio e superamento dei blocchi spirituali

Con l'accordo del medico lo Yoga Kundalini può essere praticato da tutti. Gli esercizi fisici possono essere praticati e visualizzati. Le persone con un livello di lesione alto possono dedicarsi alle tecniche di respirazione e di meditazione. Quando praticano lo yoga, le persone con una lesione midollare devono imparare ad ascoltare il proprio corpo, proprio come chiunque altro.

Ulteriori informazioni (in inglese):

Fonti:

Autrice

  • Antje Kuwert, insegnante di yoga e istruttrice degli insegnanti di yoga

aggiornato: settembre 2014

Comments (0)

There are no comments posted here yet

Valuta questo post