Invecchiare restando in forma

Invecchiare è un fatto inevitabile, benché nessuno lo vorrebbe: i capelli diventano grigi, sulla pelle compaiono le rughe, le articolazioni diventano dolorose, la smemoratezza aumenta, mentre diminuiscono la capacità di prestazione, l’agilità e la vista.

Tutti gli esseri umani vivono questo processo d’invecchiamento, devono fare i conti con le rispettive conseguenze e accettare nella loro vita quotidiana piccole o grandi perdite della loro autonomia.

Anche alle persone con una lesione midollare non viene risparmiato l’invecchiamento. Le persone con lesione midollare sanno già bene, a causa della loro lesione, cosa significhi dover accettare massicce limitazioni. Oltre ai disturbi legati all’età, sono gli sforzi fisici maggiori richiesti dalla paralisi che possono causare una più precoce comparsa di segni di usura. Le conseguenti ridotte capacità a livello fisico possono generare a loro volta una perdita maggiore dell’autonomia. Qualora dovessero insorgere dei cambiamenti o dei problemi, può essere richiesto il supporto da parte di persone specializzate come il medico di famiglia, il servizio di assistenza domiciliare (Spitex), la clinica di riabilitazione o anche ParaHelp SA. L’adattamento delle misure di assistenza infermieristica o degli ausili può contribuire a mantenere l’indipendenza fisica o l’autonomia.

Anche se non si manifestano ancora dei disturbi dovuti alla vecchiaia, vale la pena affrontare le «questioni della terza età» per tempo, al fine di prepararsi alla vecchiaia prima che sia questa ad irrompere repentinamente nella nostra vita e stravolgere la nostra esistenza.

Dove vorrei vivere la mia vecchiaia?

La maggior parte delle persone vorrebbe continuare a vivere nella propria abitazione. Lo vorrei anch’ io? Sarò ancora in grado di occuparmi della mia casa? A chi potrò ricorrere se ho bisogno di supporto? Potrò vivere a casa anche se avrò un maggiore bisogno di assistenza o se necessiterò di più ausili? Sarò in grado di uscire autonomamente da casa quando la mia capacità di muovermi sarà più ridotta? Gli edifici pubblici sono situati a una distanza raggiungibile? Come farò a curare i miei contatti sociali se la mia abitazione diventa sempre più il fulcro della mia vita?

Forse riterrò importante vivere in comunità con altre persone e poter richiedere aiuto in qualsiasi momento? Sono disposto per questo a traslocare? Quali forme abitative adatte alla vecchiaia sono disponibili nelle mie vicinanze?

16 170 07 Leben Liebe Arbeit Freizeit IT Seite 25

Come potrà essere organizzata la mia assistenza?

Spesso sono i familiari ad assumersi le attività di assistenza. Ma anche il partner invecchia e forse non potrà più dare il supporto (maggiore) necessario. Anche questo può essere un motivo per rivedere e riorganizzare la situazione abitativa e assistenziale.

Che cosa mi sta a cuore se penso alla mia vecchiaia?

E giunta la fine della vita, quali saranno le cose che riterrò importanti per poter morire in pace? Vale la pena discutere di queste questioni con i familiari o con persone di riferimento ed eventualmente mettere per iscritto le proprie ultime volontà (testamento biologico o direttive anticipate). Le decisioni relative a tali questioni non devono essere prese da altri, ma ognuno deve prenderle per sé. Per una consulenza in merito, ci si può rivolgere alla Spitex, al medico di famiglia o anche alla ProSenectute.

Nella fase di riabilitazione, le persone con una lesione midollare apprendono il concetto di «competenza sanitaria», affinché siano in grado di informarsi in merito a salute e malattia e di capire e sfruttare al meglio queste informazioni.

Se riescono a mettere in pratica questo concetto anche per quanto riguarda la loro vecchiaia, possono vivere una vita dignitosa e autodeterminata persino in età avanzata, anche con o malgrado una lesione midollare.

Comments (0)

There are no comments posted here yet

Valuta questo post