• La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

  • La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

  • La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

  • La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

  • La Community online per persone con una lesione midollare, i loro familiari e amici

Paralisi dell’intestino

La normale funzione intestinale

L’espulsione delle feci (defecazione) avviene mediante un riflesso che però può essere controllato volontariamente. Quando l’ampolla1 rettale si riempie abbastanza da subire una dilatazione, vengono emessi degli impulsi attraverso le vie nervose che raggiungono il centro della defecazione situato nel midollo spinale. Il cervello percepisce allora l’«urgenza di defecare» ovvero lo stimolo di andare di corpo. Il centro della defecazione controlla la muscolatura del retto, rilassando lo sfintere interno e contraendo contemporaneamente i muscoli esterni della parete rettale. In questo modo la massa fecale è espulsa all’esterno.

Il processo è sostenuto dalla contrazione continua del diaframma e della muscolatura addominale (il cosiddetto torchio addominale) che potenzia il processo di espulsione. È possibile rinviare per un certo tempo l’evacuazione delle feci, poiché lo sfintere anale esterno può essere contratto volontariamente, impedendo la defecazione.

Evacuazione intestinale con paralisi flaccida dell’intestino

L’informazione sullo stato di riempimento dell’intestino è registrato dai recettori che registrano lo stiramento sulla parete dell’intestino. Normalmente questa informazione è trasmessa al cervello attraverso il centro della defecazione. Tuttavia, a causa della lesione del midollo spinale, l’informazione in partenza dall’intestino non riesce a raggiungere il midollo spinale e pertanto l’evacuazione non può più essere controllata volontariamente. Oltretutto la parete intestinale non spinge in avanti la massa fecale, lo sfintere esterno è rilassato (flaccido) e non riesce a trattenere la defecazione. Per questo motivo la paralisi flaccida dell’intestino provoca spesso un’incontinenza. Per evitare questo inconveniente è necessario evacuare l’intestino giornalmente.

Evacuazione intestinale con paralisi spastica dell’intestino

Nella paralisi spastica accade, come nella paralisi flaccida, che non viene più percepita la trasmissione sullo stato di riempimento. A causa della lesione del midollo spinale, l’informazione non può raggiungere il cervello, ma viene rimandata direttamente dal centro della defecazione alla muscolatura intestinale con il messaggio «intestino pieno». L’evacuazione pertanto non può più essere controllata volontariamente. La parete intestinale manda avanti l’evacuazione, ma lo sfintere esterno rimane chiuso.

Nel caso di una paralisi intestinale spastica, è possibile allenare l’intestino in modo da ridurre le defecazioni a una ogni due giorni. Tuttavia, questo dipende dalle abitudini di evacuazione delle singole persone. Solo il decorso della riabilitazione può dire se sia possibile instaurare un ritmo a giorni alterni.

Per entrambi i tipi di paralisi esistono varie tecniche di evacuazione e ausili alla defecazione. Il transito intestinale è influenzato considerevolmente anche dalle abitudini alimentari e dalla quantità di liquidi ingerita.

L’obiettivo più importante è di trovare un buon ritmo per l’evacuazione dell’intestino allo scopo di evitare l’incontinenza e di non essere limitati nelle proprie attività quotidiane.

1 dilatazione dell’ultimo tratto dell’intestino crasso (retto)

Comments (0)

There are no comments posted here yet
Chiedi all’esperto
Risposte più recenti

Blog
Blog più recenti
Tutti al mare!
Godetevi appieno le vacanze al mare grazie a queste carrozzine
0
kitwan 30-07-2019 In Società
La rivoluzione dei giocattoli sessuali
Perché la sessualità e la disabilità non si escludono a vicenda
0
kitwan 15-07-2019 In Società
Guarire con la fede
È più opportuno curare la disabilità o la sua stigmatizzazione?
0
Wiki
I più letti
Lesioni del midollo spinale e conseguenze
Lesioni causate da infortunio A seguito di una lesione, nei segmenti mobili vi sono vari elementi che reagiscono in modo differenziato: le strutture ossee e le strutture legamentose. Si distinguono tre principali tipi di fratture ossee della...
Dolori cronici
Definizione di dolore Il dolore è una sensazione complessa, assimilabile a una percezione. Il dolore è sempre soggettivo e non è misurabile, dimostrabile o confutabile. Sin dagli anni Settanta L'Associazione internazionale per lo studio del dolore...
Espettorazione e rimozione delle secrezioni
Espettorare le secrezioni è fondamentale al fine di respirare liberamente. La tosse costituisce un riflesso difensivo volto a ripulire le vie aeree, sicché il muco possa essere rimosso ed espulso dal tratto respiratorio. Per tossire è necessaria...

La nostra Community
Temi più recenti
09-08-2019 In Attuali
Festival cinematografico “Uno sguardo raro”
Avete mai sentito parlare di questo festival cinematografico? Si tratta del primo e unico Festival Cinematografico a livello europeo sul tema delle Malattie Rare, che ormai da alcuni anni raccoglie...
0
26-07-2019 In Attuali
Disabilità e prostituzione: fanno rima con discriminazione?
Il diritto alla sessualità è un diritto fondamentale della persona, riconosciuto a livello nazionale internazionale. Eppure, della sessualità delle persone disabili si parla poco. Ancora meno si...
0
23-07-2019 In Attuali
Reddito di cittadinanza: verso il ricorso collettivo
L'introduzione del reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza ha suscitato forti aspettative nelle persone con disabilità e nelle loro famiglie, che speravano in un sostegno. Di fatto,...
0

Contatto

Ricerca svizzera per paraplegici
Guido A. Zäch Strasse 4
6207 Nottwil
Svizzera

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T 0800 727 236 (dalla Svizzera, gratuito)
T +41 41 939 65 55 (da altri paesi, a pagamento)

Diventa parte della Community, iscriviti ora!