1. Fabio78 Osservatore
  2. Chiedi al medico
  3. Domenica, 24 Gennaio 2021

Buongiorno,  da c.a. 2 anni mi è stata diagnosticata una severa vescica neurologica senza aver subito nessun tipo di trauma. Inizialmente praticavo autocateterismo, poi ci sono state complicazioni e allora siamo passati al catetere fisso. Da un un'anno e mezzo. Purtroppo mi si sono formate delle fistole e ulcere nell'uretra, portandomi così ad avere dolori atroci.  La dottoressa a questo punto (dopo una mia richiesta di urostomia) ha optato per una epicistostomia, che mi è stata praticata venerdì 22.

Volevo chiedere le seguenti informazioni:

1) la medicazione della ferita,  per quanto tempo devo tenerla? Per qualche giorno oppure fino a quando non si cicatrizza la ferita?

2)mi capita a volte di avere perdite di urina dal pene, è normale oppure c'è qualcosa che non va?

3)nell'addome c'è come una specie di bottone che fuoriesce,  è giusto oppure ho combinato qualche guaio facendo la medicazione?

4)quando verrà effettuato il cambio catetere sovrapubico,  come funziona? Faranno un pochino di anestesia locale? Devono nuovamente entrare con il dittatore per inserire il catetere,  oppure la tecnica è come il classico cambio catetere all'uretra?

Vi ringrazio per la vostra attenzione. 

È stata presa questa opzione in attesa che si possano sbloccare le cose per provare a mettermi un neuromodulatore sacrale.

Allegati
Johannes
Community Manager
Risposta accettata In attesa di moderazione

Ciao Fabio78,

per prima cosa vorrei darti il benvenuto sulla Community. Mi dispiace sentire della tua condizione. Abbiamo tradotto il tuo messaggio al nostro Dr. Online. La risposta potrebbe durare qualche giorno perché i dottori della nostra clinica in questo periodo sono molto impegnati nella gestione della situazione con il Coronavirus.

Ho visto che hai fatto la stessa richiesta anche come commento sotto questo articolo nel Wiki. Ti va bene se il dottore ti da la risposta solo qui sotto?

E poi volevo anche chiederti che significa "dittatore"? Intendevi dire "dilatatore"?

Buona serata,

Johannes

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 1
Fabio78 Osservatore
Risposta accettata In attesa di moderazione

Si, chiedo umilmente scusa,  è il telefono che a volte digita quello che vuole,  volevo dire dilatatore. Non ho controllato il messaggio prima di inviarlo, 

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 2
claudia.zanini
Community Manager
Risposta accettata In attesa di moderazione

Ci mancherebbe, capita a tutti di non accorgersi che il correttore automatico del telefono abbia preso il sopravvento!

Visto che traduciamo le domande per il nostro Dr. Online, volevamo solo essere sicuri di aver tradotto bene.

Ti auguro un buon inizio di settimana

Claudia

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 3
Fabio78 Osservatore
Risposta accettata In attesa di moderazione

Grazie mille,  anche a voi. 😊😊

Il problema è che a volte il correttore automatico del telefono fa fare delle figuracce con le persone 😞😞😡😡, comunque l'importante è che si sia capito 😄😄

Vorrei cogliere l'occasione per chiedere al dottore, se è normale che,  nonostante ho questa stomia,  continuo più volte al giorno ad avere perdite di urina dall'uretra, ma non gocce,  proprio che urino dalle vie normali.  Infatti ho iniziato ad usare il pannolone, per evitare situazioni imbarazzanti 😰😰. Io purtroppo non avendo di stimolo,  me ne rendo conto solo quando sento il pannolone bagnato.  Può essere perché ho portato per 2 anni il catetere vescicale (ultimamente utilizzavo un CH18) e che quindi l'uretra si è dilatata? Infine,  volevo chiedere se per aiutare la cicatrizzazione della fistole e delle ulcere che mi si sono formate nell'uretra può essere sufficiente fare dei lavaggi con della soluzione a base di vitamina E oppure bisogna intervenire chirurgicamente?

Vi ringrazio per la vostra attenzione e vi auguro una buona giornata 

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 4
claudia.zanini
Community Manager
Risposta accettata In attesa di moderazione

Buongiorno Fabio,

il nostro Dr. Online chiede come mai non ti rivolgi direttamente al team che ti ha appena operato. Senza procedere a una visita accurata e senza conoscere la tua situazione nel dettaglio, ad alcune delle tue domande è possibile dare solo risposte generiche che potrebbero non essere applicabili alla tua situazione specifica, mentre il team che ti ha operato può darti un consiglio specifico da mettere subito in pratica (per es. per la medicazione). Qui nel forum non possiamo offrire una vera e propria consultazione medica, che sarebbe invece necessaria nel tuo caso.

Per le domande più generali, il nostro Dr. Online resta a disposizione!

Un saluto e buona giornata

Claudia

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 5
Fabio78 Osservatore
Risposta accettata In attesa di moderazione

Purtroppo non è che non voglio rivolgermi al team medico che mi ha operato,  ma a causa del covid le liste di attesa sono lunghissime qui da noi😢😢. È già tanto se riuscirò ad avere l'appuntamento per fine febbraio per il cambio della stomia. 😢😢

L'unica sarebbe andare in pronto soccorso, ma non essendo una cosa grave,  danno un codice basso (verde) e mi tocca stare una giornata intera ad aspettare 😢😢. Purtroppo ho avuto esperienza lo scorso mese,  sono finito in pronto soccorso per uno shock anafilattico dovuto ad un catetere vescicale in lattice, visto che comunque aveva già fatto tutto la medicalizzata, sono arrivato in pronto soccorso con un codice verde. Dopo 12 ore di attesa,  ho dovuto firmare dalla disperazione per uscire. E non c'era quasi nessuno in pronto soccorso e non c'erano nemmeno codici gravi (giallo o rosso) da dire sono incasinati e,  giustamente,  hanno precedenza i codici urgenti.  Comunque ora sono riuscito a sentire la mia dottoressa e ho appuntamento con lei tra un'ora,  al massimo spero che con la sua ricetta urgente (se fosse il caso) riuscirò a passare una visita urologica presto.  Vi ringrazio lo stesso 😊😊. L'unica cosa,  se qualcuno mi sa dire solamente quando dovrò fare il cambio della cistostomia, se viene effettuata un pochino di anestesia locale e se è doloroso il cambio 

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 6
claudia.zanini
Community Manager
Risposta accettata In attesa di moderazione

Caro Fabio,

mi dispiace leggere che la "situazione Covid" renda ancora più complicato ricevere il supporto necessario dopo l'operazione. Spero che la visita che avevi pianificato ti abbia dato le risposte specifiche di cui avevi bisogno.

Come menzionato nel nostro messaggio precedente, per rispondere ad alcune delle tue domande era necessaria una visita approfondita. Abbiamo però discusso le tue domande più generali con il nostro Dr. Online e ci ha dato alcuni spunti che riportiamo qui di seguito.

Riguardo alla tua domanda sul cambio del catetere sovrapubico, se è doloroso e se viene effettuato sotto anestesia locale: Il catetere si cambia di regola ogni 6-8 settimane, qui al Centro svizzero per paraplegici si cambia ogni 6. Un filo guida viene inserito nella vescica attraverso il catetere esistente, poi il catetere viene estratto sopra il filo guida e il nuovo catetere viene quindi inserito sopra il filo guida. Non c'è bisogno di un dilatatore. È un processo indolore che non richiede anestesia.
Se sei interessato qualche altra informazione sui cateteri, a questo link trovi anche un articolo nel nostro Wiki.

Riguardo alla tua domanda sulla medicazione. Il punto in cui il catetere entra nella parete addominale ha bisogno di essere pulito ogni giorno. Quando si fa il bagno o la doccia, è spesso necessario un ulteriore foglio di plastica impermeabile autoadesivo. È anche importante che il catetere sia fissato con del cerotto alla pelle dell'addome per evitare che il catetere "tiri" e irriti il punto in cui entra nell'addome. A questo link trovi il Foglio informativo per i pazienti dell'Inselspital (Berna) con delle informazioni aggiuntive.

Riguardo alla tua domanda sull'incontinenza: È normale sperimentare l'incontinenza dopo aver portato un catetere transuretrale permanente per un lungo periodo. Questo dovrebbe migliorare dopo qualche giorno. Se non migliora, l'urologo può fare delle iniezioni per migliorare di nuovo la funzione dello sfintere della vescica.

Spero che queste risposte possano aiutare a fare un po' di chiarezza.

Ti auguro una buona giornata.
Claudia

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 7
Fabio78 Osservatore
Risposta accettata In attesa di moderazione

Grazie Claudia,  siete stati molto precisi.  Ho mandato la foto alla mia urologa e mi ha detto di mettere del gentalin tutto intorno alla ferita e che,  se non passa l'arrossamento,  di farglielo sapere che mi vede. Comunque è già migliorato e oltretutto non ho più perdite.  La mia paura è quella di sentire dolore quando cambiano il catetere e mi danno il punto di sutura per tenerlo fisso. Volevo chiedere un'informazione: dopo quanto dal primo inserimento del catetere posso riprendere a fare una vita normale? Ad esempio andare a fare una passeggiata in collina oppure sollevare dei sacchi di pellet per caricare la stufa? Io comunque, per quanto riguarda la ferita,  la tengo medicata tutti i giorni con il betadine e il gentalin  purtroppo non mi posso permettere di acquistare i cerotti quelli trasparenti perché, essendo disoccupato,  non ho la possibilità economica. Ma comunque la ferita la tengo protetta con delle garze e del cerotto di carta. 

Vi ringrazio tanto per la vostra attenzione. 

Vi auguro una buona giornata. 

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 8
claudia.zanini
Community Manager
Risposta accettata In attesa di moderazione

Ciao Fabio,

abbiamo nuovamente contattato il nostro medico e ci ha dato alcune risposte per te. Eccole qui:

  • Cambiare il catetere richiede circa 5 minuti, compresa la disinfezione e il collegamento del catetere. È una procedura indolore in quanto il catetere viene inserito attraverso il canale esistente.
  • Non dovrebbe venir fatto un nuovo punto di sutura. Il catetere non è fissato con un punto di sutura, ma con un nastro adesivo.
  • Subito dopo aver cambiato il catetere, il paziente può comportarsi normalmente e non ha bisogno di riposare. Dopo aver inserito il catetere per la prima volta, il paziente dovrebbe stare tranquillo per 3-4 giorni.
  • È importante che la medicazione protegga il punto di ingresso nell'addome e che il catetere sia fissato alla pelle. Questo per prevenire che si irriti il punto in cui il catetere entra nell'addome se il catetere viene accidentalmente tirato.

Ti auguro un buon fine settimana

Claudia

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 9
Fabio78 Osservatore
Risposta accettata In attesa di moderazione

Perfetto Claudia,  siete molto gentili e precisi.  Ora vado molto più tranquillo quando sarà il momento di fare il cambio del catetere. Ringraziate il dottore da parte mia. 

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 10
claudia.zanini
Community Manager
Risposta accettata In attesa di moderazione

È sempre un piacere riuscire a trovare delle risposte utili per i nostri utenti 😀

Ti auguro una bella settimana

Claudia

  1. più di un mese fa
  2. Chiedi al medico
  3. # 11
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora risposte per questo post.
Sii uno dei primi a rispondere a questo post!